Blog: http://disgusto.ilcannocchiale.it

A prescindere

 

di Luigi Corvaglia

“Questo film è un capolavoro. Io non l’ho ancora visto”  è l’esilarante dichiarazione di Piersilvio Berlusconi al suo arrivo ieri all’ Excelsior di Venezia. Il capolavoro a prescindere è Baaria di Tornatore, già promozionato in mattinata dal presidente del consiglio Silvio, incidentalmente padre del suddetto, e distribuito da  Medusa, proprietà Berlusconi. Onestamente non conosco la capacità di giudizio in tema di cinematografia dei Berlusconi, magari finissima, né il valore reale del film. A differenza di Piersilvio, infatti,  e a somiglianza del figlio unico che era fratello di Rino Gaetano, non giudico mai un film senza prima vederlo. Qualcuno, però il film l'ha visto, cioè i critici, quelli che di film dovrebbero intendersene e, a quel che si legge sui giornali di oggi, il giudizio è unanimente molto freddo. (si vedano La Stampa,  L' Espresso, Il Messaggero , New York times,  , DG Mag ).

Capolavoro o meno, il governatore del veneto Galan non ha perso occasione per la classica tirata nordica contro i
finanziamenti pubblici  a vantaggio del Sud. A prescindere.

Poi però leggo qualcosa di dirimente, cioè l’inoppugnabile giudizio di un artista vero, il ministro poeta Bondi, che è arrivato a definire l’ultima opera  del regista siciliano “un dono per la storia del cinema mondiale” , e lo ha fatto direttamente dal sito del Ministero dei Beni Culturali. Il capolavoro è decretato dallo stato. Ora so che questo è un capolavoro. Lo so senza vederlo, come Piersilvio. A prescindere.

Pubblicato il 4/9/2009 alle 20.17 nella rubrica StupidItalia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web