Blog: http://disgusto.ilcannocchiale.it

Sei gradi di separazione



di Luigi Corvaglia

Facciamo il giochetto dei sei gradi di separazione, quello secondo il quale qualunque persona può essere collegata a qualunque altra persona attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari. Dunque, vediamo. Oggi è il compleanno di Richard Gere, l’attore bello (uno). Richard Gere è amico del Dalai Lama, guida spirituale pacifista (due). Il Dalai Lama è stato in visita in Italia e tutti, Berlusconi per primo (tre), fecero finta di non conoscerlo e iniziò una gara per chi sgombrava più velocemente per paura che suonasse il campanello con la sua “guantiera” di pastorelle. Berlusconi ha accolto Gheddafi, dittatore e terrorista internazionale (quattro). Tutti a fargli salamelecchi e a dirgli “ma che begli occhiali che lei c’ha, che belle guardie che lei c’ha, che bella tenda, che bella foto sul petto, che bel vestito da domatore del circo Medrano che lei c’ha”. Oggi, per festeggiare i quaranta anni di dittatura, il nostro ricambia la visita e porta per presente la sua flotta aerea acrobatica. Visto che il colonnello ha dichiarato di considerare le donne poco più che soprammobili, Muammar ha buone possibilità di sostituire George Jr nel cuore del premier italiota. Gheddafi aveva invitato anche l’amico Vladimir (cinque), il quale, nonostante il pelo che arricchisce il suo stomaco, ha ritenuto inopportuno farsi vedere in compagnia del figuro in questione. Io (sei) mi sorprendo ad apprezzare Putin e ciò mi fa girare le balle. Solo sei gradi di separazione fra me e Richard Gere.

Pubblicato il 31/8/2009 alle 12.42 nella rubrica StupidItalia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web